Nutrizione oncologica integrata: cos’è e quali sono le sue fasi

La nutrizione oncologica integrata è un percorso nutrizionale che ha per obiettivo il ripristino della normale fisiologia cellulare e delle matrici. Questo percorso è articolato in 3 fasi:

1. Immuno-nutrizione: preparazione dell’organismo a trattamenti chemioterapici, radioterapici e chirurgici, supportando il sistema immune (partendo dal controllo dei “distrattori immunologici“) e preservando la massa magra.

2. Screening metabolico: studio dei comportamenti corporei (tramite BIA) prima, durante e dopo i trattamenti chemio e radio terapici per stabilire un’eventuale onco-integrazione, al fine di:

a. ridurre il tessuto adiposo e la neutropenia
b. prevenire la flogosi delle mucose gastro-intestinali
c. potenziare il target terapeutico del chemioterapico
d. ridurre gli effetti tossici dei farmaci.

3. Manipolazione energetico-nutrizionale: utilizzo sapiente dell’indice e del carico glicemico degli alimenti, in sinergia con il programma terapeutico oncologico, per assicurare un sufficiente apporto nutrizionale e condizionare il metabolismo delle cellule cancerose, migliorando così il target terapeutico del chemioterapico.

4. Test di farmaco-genomica: studio della variabilità individuale di risposta al farmaco chemioterapico, in base ai fattori genetici, che permette la scelta dei farmaci meno tossici e più efficaci per il singolo paziente (Tailored Therapy)

5. Nutrigenomica: Sostanze naturali e Antiblastici.

La Dott.ssa Giacinta Nevi è Biologa Specialista in Scienze della Nutrizione Umana. Prenota la tua visita presso Salvati Diagnostica allo 0744.403033.

Author Info

Gruppo Salvati