Test per il rilevamento del virus SarsCov2

Diverse sono le tecniche che si sono rivelate utili per il rilevamento dell’infezione – in corso,
recente o passata – da SarsCov2:

  1. Primo fra tutti, il tampone molecolare oro e/o nasofaringeo, un esame eseguibile su
    adulti e bambini che permette di fare diagnosi di infezione IN CORSO. Tramite la
    metodica rRT-PCR di amplificazione degli acidi nucleici, siamo in grado di rilevare la
    presenza del genoma virale nel paziente. È un test con sensibilità e specificità
    elevatissime
    , e rimane tutt’ora il gold standard per la diagnosi di infezione da
    SarsCov2.
  2. Test sierologici: con un semplice prelievo di sangue, è possibile rilevare la presenza
    (test qualitativo) e la quantità (test quantitativo) di anticorpi sviluppati dal nostro
    organismo contro il virus da SARS-Cov-2.
    In particolare, qualora ci sia stata una precedente infezione da Covid-19 (accertata con
    sintomi o trascorsa asintomatica e quindi non nota), saranno gli anticorpi IgG – quelli
    della memoria – a risultare positivi (in caso di infezione molto recente, potrebbero
    essere ancora rilevabili le IgM).
    Nel caso invece di un contatto recente con il virus – si considera come finestra dal
    quinto giorno precedente al test fino a due settimane – si riscontrerà una positività alle
    IgM (gli anticorpi recenti, che costituiscono una prima risposta dell’organismo
    all’infezione).
    È importante sottolineare che la positività agli anticorpi non è sinonimo di infezione in
    corso, è quindi consigliabile, in questo caso, eseguire un tampone molecolare di
    conferma
    .
  3. Test antigenici: sempre tramite effettuazione di tampone naso e/o orofaringeo, si
    rileva la presenza o assenza degli antigeni –ossia delle proteine – del virus: in pochi
    minuti si ha il risultato.

    Per quanto riguarda l’attendibilità di questa nuova metodica di diagnosi, quello che è
    emerso dal dibattitto di cui sono stati oggetto, è che siano molto accurati in pazienti
    con una carica virale elevata – ossia situazioni in cui il virus si è replicato in grande
    quantità tipicamente riscontrabili nella fase florida dell’infezione o in pazienti
    immunodepressi non in grado di fronteggiarla adeguatamente.
    I test antigenici sono di importante supporto nella diagnosi di infezione da Sars-Cov2
    in particolare in soggetti che presentino da pochi giorni sintomi altamente suggestivi
    di quest’infezione; tuttavia, esiste una non trascurabile possibilità di falsi negativi
    (sintomatologia di lunga data o soggetti asintomatici).
    In caso di risultato positivo al test antigenico, occorre effettuare un tampone
    molecolare di conferma
    .

Per prenotarsi telefonare a
351 805 23 130744 409341
o inviare una e-mail a info@salvatidiagnostica.it

Per la medicina del lavoro rivolgersi al
Dott. Massimo Picotti 0744 409341
medicinalavoro@salvatidiagnostica.it